corsi pizzaiolo per trovare lavoro

Corso pizzaiolo: è utile a trovare lavoro?

Diventare pizzaioli si può, lavorando sodo e imparando tutti i segreti della pizza. Ma serve veramente un corso da pizzaiolo per arrivare a lavorare in pizzeria?

Un lavoro senza crisi, potrebbe portare ad affermare che il mestiere si impara lavorando, ma sono molte le nozioni che servono per arrivare al colloquio e al posto di lavoro ben preparati su come fare la pizza e non solo.

E sono nozioni teoriche e aspetti di pratica che solo un “maestro di pizzeria” e un ottimo corso da pizzaiolo possono fornire.

Lavorare come pizzaiolo, serve il diploma?

La legge non identifica un obbligo per questa categoria, almeno per ora, per poter esercitare la professione. Certo è che senza avere una formazione specifica, sul campo oppure frequentando un corso da pizzaiolo, è ben difficile riuscire a lavorare in un ristorante o locale.

Se è in discussione un disegno di legge che renderà obbligatorio il diploma da pizzaiolo, per ora un corso di formazione è un obbligo più che altro professionale per chi vuole diventare pizzaiolo e superare almeno i primi colloqui di lavoro con sicurezza.

Inoltre, per lavorare all’interno di una cucina e pizzeria, è obbligatorio aver seguito almeno un corso HACCP sui rischi di sicurezza alimentare e igiene, che spesso è compreso nel programma dei corsi da pizzaiolo.

Queste coordinate servono a indirizzare chi voglia lavorare come pizzaiolo, sull’utilità dei corsi per imparare a fare la pizza e lavorare in una cucina-pizzeria in Italia o all’estero.

L’attestato del corso pizzaiolo testimonia che il partecipante ha intrapreso un percorso di studio, certifica la partecipazione al corso ma anche il suo superamento. Rappresenta, quindi, un lasciapassare spendibile ai fini della ricerca lavoro come pizzaiolo.

Una carta importante da giocare come attestazione della propria preparazione, che viene presa in considerazione nei colloqui di lavoro quando devono reclutare un professionista specializzato.

Sebbene la qualifica dell’attestato sia sufficiente a cercare lavoro, il corso pizzaiolo può essere anche implementato con aggiornamenti o seminari specifici sull’arte di pizzeria, per poi avere un attestato ulteriore ai fini della propria professionalità.

Docenti e corsi pizzaiolo di qualità, per una formazione professionale

un simbolo della cucina italiana nel mondo o anche di un piatto tipico ogni sera nelle nostre città… la pizza è una tradizione che richiede impegno, seppure nella semplicità dei suoi ingredienti.

Fare un’ottima pizza non è così scontato e chi cerca lavoro in pizzeria sa che un corso da pizzaiolo di alto livello può facilitare sia l‘ingresso nel mondo del lavoro sia la soddisfazione dei clienti del ristorante o locale.

E, si sa, più clienti arrivano più lavoro c’è ogni giorno per chi si trova dietro al bancone pizzeria.

Sono fondamentali, quindi, delle capacità di scelte dei corsi con i migliori docenti pizzaioli, che nel giro di alcune settimane consentono di apprendere l’arte della pizza per trovare un lavoro riconosciuto, sicuro e stabile nella sua richiesta.

La pratica e la teoria fanno parte dei corsi da pizzaiolo, fornendo le conoscenze base sulla chimica degli alimenti, la lievitazione della pizza, gli ingredienti per l’infarcimento.

Inoltre, seguire un corso di pizzeria comporta anche la pratica, con esercitazioni che predispongono già al mondo del lavoro.

Si agisce non solo sulla preparazione dell’impasto ma anche sulla produzione della pizza con macchinari e sul servizio di pizzeria completo.

Anche per chi vuole aprire una pizzeria, la parte del corso sia teorica che pratica, sarà una base importante per capire come gestire un locale al meglio.

L’importanza della pratica nei corsi

pizzaPer apprendere l’antica e nobile arte della pizza, seguiti da professionisti del settore, servono pazienza e volontà. I corsi da pizzaiolo sono utili a trovare lavoro, se ci si pone in ascolto dei segreti del mestieri, oltre che delle tecniche pratiche.

Già, perché la parte di lavoro concreto nei corsi di pizzeria è fondamentale e se, nella prima fase, i corsi da pizzaiolo forniscono una base teorica utile rispetto ai processi chimici della creazione della pizza, è nella fase pratica che si concretizzano tali nozioni e la pizza… si sforna!

Alcuni corsi, inoltre, sono pensati per essere impostati anche con stage e tirocini che presso delle pizzerie già avviate, consentono di unire la pratica all’esperienza diretta nella gestione della cucina-pizzeria, le lavorazioni della pizza e il trattamento degli ingredienti di farcitura.

Le basi pratiche del lavoro da pizzaiolo si apprendono, infatti, durante il lavoro concreto sulla creazione dell’impasto, la stesura e la manipolazione dei diversi impasti prima del condimento.

Inoltre, la fase della cottura è di capitale importanza: un forno a legna o elettrico darà risultati diversi, con fenomeni di cottura variegati e che vanno studiati nella pratica, per capire tempi di infornata e amalgama degli ingredienti.

Non a caso, ad ogni corso pizzaiolo si arriva ad una prova pratica di preparazione delle pizze!

Quando non sono utili i corsi da pizzaiolo

Quando si tratta di corsi improvvisati di poche ore (ad esempio 6 ore in tutto), e con poche garanzie sulla professionalità dei docenti.

Già, perché la serietà di un corso per pizzaioli è la base per rendere concreto il proprio desiderio di lavorare in pizzeria, ma se il corso è condotto in modo superficiale, rischia di fare solo un buco nell’acqua e non nell’impasto!

Alcuni corsi da pizzaiolo sono importanti per aprire la strada alla gavetta in pizzeria o nei ristoranti e, senza gli insegnamenti base, non si potrebbero attuare neanche i primi colloqui.

Ma se il corso non fornisce altro che una infarinatura, è il caso di usare ancora la metafora di pizzeria, allora sarà solo fonte di tempo perso e soldi buttati.

Quindi, è bene informarsi al meglio sui tanti corsi da pizzaiolo nei propri dintorni e capire come investire sul proprio futuro lavorativo, “infornando” il corso giusto!

 

Pubblicato in blog